Galleria fotografica Oratorio estivo 2010

Dal 14 al 25 giugno: "SottoSopra - come in cielo così in terra", il nostro GrEst 2010. La giornata-tipo dell'oratorio estivo 2010 inizia alle 8,30 con i bambini che passano dal tavolino dell'accoglienza per segnare la loro presenza. Poi l'accoglienza continua in teatro con giochi e bans, i "canti mimati". Dopo l'accoglienza, la scenetta legata al tema di quest'anno, "SottoSopra", la storia di 4 amici (Leo, Beppe, Alice e Valentina) che si ritrovano insieme per inventare e costuire una macchina dei sogni che chiameranno "drimmer a pedali": un ragazzo si siede su una sedia con uno scolapasta in testa collegato con un filo a 2 biciclette. Colui che è seduto, inizierà e dormire e a sognare e pedalando i suoi amici avranno la possibilità di vedere nello specchio retrovisore i sogni che sta facendo. In questo modo i ragazzi iniziano a scoprire i loro sogni, quelli dei loro amici, poi decidono anche di sognare tutti insieme per far sì che questi sogni diventino realtà. Un momento in chiesa: dopo il canto-tema è "E se non fosse un sogno", don Giuseppe ci fa pregare e prendere ogni giorno un impegno (grazie, scusa...). È già tempo di merenda, poi un po' di balli di gruppo e tanti giochi, in teatro e all'aperto, fino alle 12; poi tutti a casa per il pranzo, tranne il martedì di ogni settimana, giorno in cui rimaniamo a mangiare insieme con il pranzo al sacco (novità 2010). In questo caso, prima di pranzo ci sono ancora dei giochi e il dopo pranzo è libero: calcetto, ping pong, giochi in scatola e tanto altro ancora.
Alle 15 ricomincia l'accoglienza con giochi, bans e balli di gruppo (il più gettonato quest'anno è wakawaka, la canzone dei mondiali). Alle 15.30 iniziano i laboratori: tanti oggetti diversi realizzati con la pasta di sale, sculture di vario tipo e materiale, pitture e cartelloni in cui ogni squadra disegna la "drimmer a pedali" oppure il logo (cioé il marchio - ndr) dell'oratorio estivo 2010. Finiti i laboratori si fa merenda con il gelato, poi i giochi: il più apprezzato è pallabollata, con anche le sfide animatori contro ragazzi. Ed un pomeriggio si esibisce un mago della montain bike (Francesco L. - ndr).
Un giorno alla settimana lo trascorriamo in piscina, dove ci divertiamo anche fuori dall'acqua cantando, giocando a beach volley, costruendo piste di sabbia... e giocando a calcetto nel campo di erba sintetica.
L'ultimo giorno c'è l'attesissima gavettonata e, dopo una buona merenda con patatine fritte e gelati, guardiamo un filmato con le immagini della settimana (visibile online cliccando qui) insieme ai genitori.

N.B.: se qualcuno ritratto in una o più immagini di quelle qui pubblicate desidera essere tolto, basta che l'interessato lo comunichi a (o di persona) e provvederemo ad eliminare la/le foto ...della discordia.

Buona visione ;-)

 

Questo sito utilizza cookies tecnici, cookies analytics e cookies di terze parti per ottimizzare la navigazione e per rendere possibile
il funzionamento di alcune componenti. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookies.